giovedì 15 febbraio 2007

Carnevale ieri e oggi

Oggi per tradizione (almeno da noi) si mangia pasta al sugo e polpette. Il Carnevale volge al termine, o meglio, in passato si sarebbe detto così, ma oramai il carnevale in molti luoghi non esiste più, dire "carnevale" vuol dire "sfilata dei carri" e da questo punto di vista si attende ancora il suo arrivo, specie quest'anno con le novità che ci sono. In passato, invece, il carnevale gallipolino incominciava con i falò (le focareddhe) del 17 Gennaio ed imperversava fino alla mezzanotte del Martedì grasso. Le maschere erano particolarmente numerose nei Sabati e nelle Domeniche, mentre erano del tutto assenti nei venerdì. Per ricordare il vero Carnevale e crearne la sua atmosfera, pubblico una mia poesia in rima.
Carnevale
E’ arrivato Carnevale: vecchi, giovani e ragazzi, per le piazze e per le sale, si diverton come pazzi. Si organizzano sfilate, scherzi, musiche e canzoni, grandi balli e mascherate, giochi futili e veglioni. C’è chi ha naso e baffi finti, chi si maschera da drago, chi ha i capelli variopinti, chi si veste come un mago. Uno è bello ed elegante, l’altro invece fa paura, c’è il pagliaccio, c’è il brigante e il capitan Buonaventura. C’è il simpatico Arlecchino sempre allegro e spensierato col suo nero mascherino e il vestito colorato. Puoi incontrare Balanzone, l’astutissimo Brighella, Meneghino, il buontempone, Colombina e Pulcinella. C’è chi suona la trombetta, chi prepara il disco piazza, chi coriandoli ti getta; Carnevale ovunque impazza! C’è chi imbroglia e chi è imbrogliato, chi ha la maschera un po’ storta, chi va via tutto infuriato chè lo scherzo non sopporta. Carnevale è tanto bello, non dovrebbe mai finire, anche se è un po’ pazzerello ci fa tutti divertire.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

fate schifo

Anonimo ha detto...

cazzo bucchini

Anonimo ha detto...

che bella filastrocca è propio un bel sito da visitare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!